Sistemi di business intelligence
Aiutiamo gli enti, le aziende e i professionisti a compiere le scelte migliori per il loro business online selezionando, progettando e personalizzando soluzioni digitali​.
Scopri di più
Software in cloud
Sviluppiamo software gestionali in cloud personalizzati. Semplici da utilizzare, sicuri e potenti rispondono adeguatamente ai bisogni delle imprese.
Scopri di più
Web management
Lo Staff e la strategia giusta per il tuo successo online. Ci occupiamo della gestione di ogni tipologia di eCommerce, Siti web, Blog, Social media.
Scopri di più
Trasformazione digitale
Aggiungiamo valore al tuo progetto. Introduciamo strumenti informatici avanzati migliorando i processi aziendali e formando le persone.
Scopri di più

Come riconoscere un esperto informatico professionista

Quello che segue è un elenco di caratteristiche che distinguono, a parer mio, un esperto informatico professionista da qualcun’altro.
E’ basato sulla mia personale esperienza e non vuole essere pregiudizievole nei confronti di nessuno.

Un esperto informatico professionista:

  1. Riconosce che il termine “consulente informatico” vuol dire tutto e nulla. Un professionista saprà sempre dirvi di quale specifico settore dell’informatica si occupa e quali problemi può aiutarvi a risolvere.
  2. Opera solo nell’ambito delle proprie competenze, non esiste un esperto informatico globale. In informatica, come nella medicina, esistono differenti specializzazioni e ogni esperto ha la propria, andreste da un otorino per farvi curare il cuore?
  3. Non vi vende nulla se non la sua prestazione. A volte rientra nelle proprie competenze suggerire hardware o software ma, di norma, non vende nessuna delle due cose. Ciò non toglie che può essere affidato a lui l’incarico di seguire le fasi di acquisto di quanto necessario.
  4. Spiega sempre, su carta, come intende agire. Evidenziando sia i pro sia i contro delle scelte che si intendono fare nonché gli investimenti che si dovranno sostenere e quali risultati ci si deve aspettare.
  5. E’ etico. Non suggerisce o consiglia nulla che non sia realmente necessario a raggiungere l’obiettivo designato ed evita costi inutili per il suo assistito.
  6. E’ aggiornato. Gli strumenti tecnologici, cosi come i linguaggi ed il modo di utilizzarli, cambiano velocemente, un buon consulente non necessariamente deve essere un asso della programmazione, ma deve conoscere gli strumenti che l’informatica offre per poter raggiungere i risultati prefissati.
  7. E’ puntuale. Porta avanti i progetti fino al loro completamento, controllando che realmente tutto quello che ci si prospettava venga realizzato nel miglior modo possibile e nei tempi prestabiliti.
  8. Preferisce la formazione all’improvvisazione.
  9. E’ chiaro sulla sua retribuzione.  Quest’ultima sarà sempre commisurata ai progetti e agli ambiti di consulenza che gli vengono affidati.

In realtà molti dei punti sopra elencati valgono anche per altri tipi di consulenti, quando scegliete di farvi seguire, il che è indice di crescita, fatelo con criterio e scegliete in funzione delle vostre necessità e alle capacità di chi vi sta di fronte e non in funzione di suggerimenti clientelari.

Da Wikipedia
La consulenza informatica (in inglese “IT Consulting” o “Business and Technology Consulting”) è una forma di consulenza che consiste nella prestazione professionale, di una o più persone esperte nel settore informatico, che fornisce consigli a un’impresa su come utilizzare al meglio le tecnologie dell’informazione (ICT) al fine di raggiungere determinati scopi o obiettivi aziendali.(…)

Share on

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Giuseppe Terzo Lo Parrino

Giuseppe Terzo Lo Parrino

Come consulente, la mia funzione è quella di integrare, secondo un unico obiettivo strategico, le diverse funzioni aziendali. Verificare la qualità, ed individuare punti di forza e debolezze, dei sistemi informativi aziendali.